Piazza del Plebiscito

mappa


Poco distante dal teatro, salendo lungo via Gramsci si apre piazza del Plebiscito, detta del “papa” per la monumentale statua di Clemente XII (1738) donata alla città dallo stesso papa e sulla quale prospetta il Palazzo Mengoni  Ferretti, oggi sede della Biblioteca comunale


Poco distante dal teatro, salendo lungo via Gramsci si apre piazza del Plebiscito, detta del “papa” per la monumentale statua di Clemente XII (1738) donata alla città dallo stesso papa e sulla quale prospetta il Palazzo Mengoni  Ferretti, oggi sede della Biblioteca comunale intitolata a Luciano Benincasa, ricca di volumi, incunaboli e manoscritti di vario argomento. 

Da qui una meravigliosa scalinata a due rampe permette l’accesso alla chiesa di San Domenico eretta da Carlo Marchionni nella seconda metà del Settecento con un grandiosa facciata, incompiuta nella parte superiore. 

Di fronte alla piazza si trova il Palazzo del Governo, già esistente nella seconda metà del XIV secolo, in seguito ampliato su progetto di Francesco di Giorgio Martini. Accanto s’innalza la robusta Torre civica (1581-1612). 

Poco lontano, imboccando via Pizzecolli si raggiunge Palazzo Bosdari, dal 1550 di proprietà dei conti Bosdari, che lo fecero restaurare nelle forme attuali da Pellegrino Tibaldi. Dal 1973 è sede della Pinacoteca Comunale “Francesco Podesti” e dell’annessa Galleria d’Arte Moderna, che, oltre a conservare il maggior numero di opere dell’artista, ospita preziosi dipinti di maestri marchigiani e veneti come Carlo Crivelli, Lorenzo Lotto e Tiziano.


Eventuali immagini verranno aperte ingrandite in una nuova finestra

back